il radar

Berlusconi si ricandida: “torni a bordo, cazzo!”

In elezioni, futuro, Italia, politica on 12 luglio 2012 at 14:03

C’è davvero poco da aggiungere. La telefonata di De Falco a Schettino è ormai celebre. In quei giorni – quelle parole – furono indicate come la metafora dell’Italia e degli italiani, dalla stampa estera e soprattutto, visto che ci conosciamo bene, da noi tutti.

In molti lo sospettavano, in molti non avevano mai tirato completamente il sospiro di sollievo, qualcuno ci sperava ancora. Ebbene sì: il Cavaliere si era solo “allontanato”, era solo una “pausa di riflessione”. La storia d’amore con il suo elettorato, con i suoi sostenitori aveva bisogno di questa vacanza.

Alfano, mai veramente “sceso in campo”, rottamato con poche righe di agenzia. Berlusconi: «Gli imprenditori vogliono il mio ritorno». Alfano: «Berlusconi candidato? Sarò con lui» [Corriere della Sera

Ma quali sono gli imprenditori che vogliono il ritorno di Berlusconi? Il Paese è in balia delle sue ricette politiche ed economiche e dei suoi impegni presi con gli elettori (quasi tutti disattesi) da quasi vent’anni. Il risultato?

Gli impegni fiscali sono stati tutti disattesi, le infrastrutture ancora carenti o inesistenti, l’economia in ginocchio (e non solo per la crisi e la congiuntura economica che è sfavorevole solo all’Italia), la pubblica amministrazione non ha mai davvero iniziato quella modernizzazione tanto sbandierata. E ancora: il sistema politico ha imboccato una spirale di decadenza dovuta alla “corte dei miracoli“, al lobbismo di basso profilo, alla egemonizzazione del potere in mano sempre ai soliti, un sistema politico che è così evidentemente “alla canna del gas” che le parole del Cav. sembrano essere la prova di questo teorema: siamo davvero alla frutta!

In questo modo la politica italiana non sarà mai capace di rinnovarsi, il problema non è solo Berlusconi, purtroppo. Dopo Monti sembra davvero che ci sia il nulla o il secondo tempo di qualche incubo!

Ed eccolo Berlusconi: non molla, ha i sondaggi nel taschino interno del doppiopetto, in base a quelli cercherà di far approvare la legge elttorale a lui più favorevole. Picchierà i pugni sul tavolo, farà le sue sparate mediatiche contro le ricette anti-crisi.

Ma chi vuole il ritorno di quel sistema?

Dopo aver detto che tutto era a posto, che la “nave Italia” non stava imbarcando acqua, dopo essere stato “defenestrato” dall’opinione pubblica internazionale, ora, davvero, Berlusconi sembra sempre più Schettino. E allora: “torni a bordo, cazzo!“. Ma, come nella tragiaca realtà della Costa Concordia, anche allora, il comandate rimase comodamente a terra, dove poteva non prendersi la colpa di tutto.

Andrea Margutti

Annunci
  1. Berlusconi è pure peggio di Schiettino!!!!! Qui ci stanno mettendo le ganasce ai piedi, tasse e a pagare sono sempre gli stessi, la colpa è di tutta la malapolitica che abbiamo avuto. La prima rpubblica forse era meno peggio della seconda, fatta di nani, mignotte e fascisti! Vorrei proprio sapere anche io chi sono quelli che vogliono Berlusconi indietro, quelli con il conto in Svizzera? Quelli con le amanti e le barche, le ville e la fabbrichetta! Basta ci avete stufato. Non voterò mai più a sinistra non hanno mai difeso i miei interessi ma solo quelli dei sindacati e dei sindacalisti pappa e ciccia con i padroni. Lega è un pensiero razzista, sono uno che viene dal sud e mio nonno si gira nella tomba. Cosa mi rimane? Beppe Grillo, no grazie! Ma adesso anche tornare Berlusconi è il colmo!

    • grazie per il commento, concordo pienamente con quello che dici! la politica sta mostrando tutti i suoi limiti e mentre il paese ha bisogno di vero e profondo rinnovamento.

  2. Siamo alle solite in Italia. Giusto il paragone con Schettino. Forse ti può interessare questo post http://www.camelotdestraideale.it/2012/07/12/oscar-giannino-chiama-alle-armi/ Buona serata, GV

    • grazie. l’articolo su giannino interessante, l’ho visto a “in onda” l’altra sera e condividevo la posizione di giannino che però si guarda bene – giustamente – dal candidarsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: